Ison, se una cometa...

Se da una plaga dell'universo si apre una finestra, qualcuno viaggia. E' luce pura: da un'altra dimensione, dal freddo assoluto del nero più vivo, il fremito tiepido di un sasso, come una campana in un villaggio, ricorda che nell'altro siede vero il pensiero. Nella notte, lontano dai miasmi del giorno a dal calore confuso del sole. Nel buio non è la fiamma, ma il tepore inciso di un segnale che sta dentro di noi, cometa che viaggi. Nel vento che porti con te di giorni infiniti, sai dove devi arrivare, fino a scioglierti prima o poi di nuova vita. Sai che tornerai, oh se lo sai, in altra forma e con questa vita, piccolo raggio di luce.

Scrivi commento

Commenti: 0