Aspettando "Le stimmate negli occhi"

Tratto dal mio ultimo lavoro "Le stimmate negli occhi"

 

"Poi, tutto si consumò in un attimo di empatia musicale, perché qualcuno, in prima fila, accennò ad un sorriso. Fu un momento, ma proprio in quell’istante colsi l’altro tipo di sintonia, di accordo: quello umano. Il quale, paradossalmente, era propedeutico, anticipatore della sintonia musicale; che spillò e si mise a gorgogliare come una sorgente. Le mie note ora non viaggiavano più parallele, ma erano il segno naturale della simbiosi; vivevano se e in quanto funzione delle altre, acquistavano un meraviglioso senso compiuto, completamente diverso. E si nutrivano di una differenza: l’immaginazione..."

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Antonio (domenica, 15 settembre 2013 20:48)

    Ma parla di musica?